Abruzzo

Basilica di Collemaggio, un patrimonio nazionale

Basilica di Collemaggio, un patrimonio nazionale

A partire dal 1902 l'Abruzzo ha arricchito il suo patrimonio culturale con il riconoscimento a "monumento nazionale" della maestosa basilica di Santa Maria di Collemaggio, un edificio religioso sito all'Aquila che sorge appena fuori la cinta muraria sull'omonimo colle e di cui a breve ne scopriremo storia e dettagli. La Basilica di Collemaggio La storia di questa Basilica è molto lunga e ricca di avvenimenti, siccome per noi è importante farvi conoscere la storia di ciò che vi proponiamo senza annoiarvi troppo, della suddetta storia ne ripercorreremo solo gli eventi più significativi. La Basilica di Santa Maria di Collemaggio fu fatta edificare per volontà di Pietro Angelerio da Morrone... ...continua
Eremo di San Bartolomeo, la storia raccontata dalla pietra

Eremo di San Bartolomeo, la storia raccontata dalla pietra

Se siete alla ricerca di un'esperienza che vi immerga nell'Abruzzo rurale e dove potrete incontrare antiche capanne in pietra a secco e muretti per terrazzamenti, o se semplicemente volete staccare un pò la spina dalla solita routine frenetica e godervi un viaggio in solitaria dove poter riflettere un pò circondati dalla natura, non possiamo che consigliarvi di recarvi in visita all'Eremo di San Bartolomeo in Legio. L'Eremo di San Bartolomeo L'eremo di San Bartolomeo in Legio sorge su di uno sperone roccioso di 50 metri situato a circa 700 sul livello del mare. L'eremo in questione è custodito all'interno del comune di Roccamorice. L´Eremo, realizzato da Pietro da Morrone nel 1200, ha vist... ...continua
Rocca Calascio, tra storia e cinematografia

Rocca Calascio, tra storia e cinematografia

Ad un altitudine di circa 1464 metri di altezza, immersa nel Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, sorge una roccaforte di origini medioevali e costruita interamente in pietra bianca. Questa rocca di cui a breve vi parleremo in dettaglio è conosciuta come Rocca Calascio. La storia di Rocca Calascio Essendo una rocca antica, un buon inizio per conoscere questo posto è ripercorrerne la storia, anche solo a grandi linee. Il primo documento a riportare dell'esistenza di questa rocca è datato nel 1380, ma secondo alcuni storici le origini di Rocca Calascio sono più antiche e risalgono all'anno 1000.  La sua funzione originaria era quella di torre di avvistamento ma quando di... ...continua
Le grotte di stiffe

Le grotte di Stiffe, un caso unico di “risorgenza” in Italia

Nei pressi del comune di San Demetrio ne' Vestini, in provincia dell'Aquila, è custodito un complesso di grotte carsiche che ormai da anni sono oggetto di grande interesse turistico. Questo complesso di grotte prende il nome di "Grotte di Stiffe" ed oggi vi parleremo un pò di questo "regalo", pressochè unico in Italia, offertoci dalla natura. Il complesso delle grotte di Stiffe Tecnicamente parlando, queste grotte sono una "risorgenza" ossia il punto in cui un fiume torna alla luce dopo aver attraversato un tratto sotterraneo. La risorgenza di questa fiume si trova all'apice della forra che sovrasta Stiffe, una frazione del comune di San Demetrio. Queste grotte hanno una lunghezza di ol... ...continua
zompo lo schioppo

Zompo lo schioppo

Come vi abbiamo già detto in un'altra occasione, il territorio italiano non manca certo di riserve naturali, ed ancora una volta, dopo avervi già parlato delle Gole del Sagittario (clicca qui per leggere l'articolo), torniamo nel territorio abruzzese ma questa volta per esplorare assieme a voi la riserva di Zompo lo Schioppo. Questa riserva è custodita all'interno del territorio comunale di Morino, in provincia dell'Aquila. Conosciamo la Riserva Senza che giriamo troppo intorno, se anche per voi la prima cosa che vi ha colpito di questa riserva è il suo nome, ecco qui la spiegazione: tradotto in italiano "Zompo lo Schioppo" significa letteralmente "Salto dello sparo" questo nome deriva... ...continua
gole del sagittario

Le Gole del Sagittario, un paradiso a pochi km da Roma

"Pauroso e bello", furono queste le parole usate dai due viaggiatori inglesi, Richard Craven ed Edward Lear, quando, intorno alla metà del secolo XIX, per la prima volta provarono a descrivere uno degli ambienti naturali che l'Italia aveva da offrire. L'ambiente a cui quelle parole fanno riferimento è la Riserva Naturale delle Gole del Sagittario. La Riserva Naturale delle Gole del Sagittario Dopo questa brevissima introduzione, andiamo a scoprire insieme cosa sono effettivamente queste "Gole del Sagittario". Partiamo dalla cose basilari: le gole del sagittario sono un'area naturale protetta dell'Abruzzo che è stata istituita nel non troppo lontano 1997, l'area ha un'estensione geografi... ...continua