Nei pressi del comune di San Demetrio ne’ Vestini, in provincia dell’Aquila, è custodito un complesso di grotte carsiche che ormai da anni sono oggetto di grande interesse turistico. Questo complesso di grotte prende il nome di “Grotte di Stiffe” ed oggi vi parleremo un pò di questo “regalo”, pressochè unico in Italia, offertoci dalla natura.

Il complesso delle grotte di Stiffe

Tecnicamente parlando, queste grotte sono una “risorgenza” ossia il punto in cui un fiume torna alla luce dopo aver attraversato un tratto sotterraneo. La risorgenza di questa fiume si trova all’apice della forra che sovrasta Stiffe, una frazione del comune di San Demetrio.

Queste grotte hanno una lunghezza di oltre 1000 metri e nonostante siano conosciute da molti anni, ancora non sono state completamente esplorate. Le cavità si sono modellate in tempi geologici dalle infiltrazioni, erosione e corrosione delle acque provenienti dalla parte superiore delle montagne soprastanti, in particolare dall’Altopiano delle Rocche e più specificatamente dal sistema di doline e inghiottitoi presente tra Terranera (frazione di Rocca di Mezzo) e Rocca di Cambio ad una quota altimetrica di 1 253 metri. Le acque che scorrono nel sottosuolo hanno una lunghezza stimata di circa 3 km. La risorgenza di Stiffe è conosciuta da molti anni dagli abitanti del luogo, infatti esistono documenti che ne fanno risalire la conoscenza dei primi ambienti in tempi molto lontani. Da un punto di vista turistico, il complesso delle grotte è stato valorizzato più di trent’anni fa ma solo negli anni 80 il progetto ha preso una forma e nel 1991 è stato inaugurato il complesso turistico.

Il complesso turistico

stalattiti e stalagmiti della grotta

Dal momento che non tutto il percorso è stato esplorato, la parte aperta al pubblico è solo parziale ed il percorso dura circa un’ora. Qui di seguito vi riportiamo le tappe che si visiteranno durante il percorso.

La visita prevede il seguente giro: ingresso, sala del silenzio, sala della cascata, sala della concrezioni e lago nero, ultima cascata. Andiamo a vedere più nel dettaglio queste tappe:

ingresso: Sin dall’ingresso il complesso mostra il suo fascino, per entrare nelle grotte si deve raggiungere una vistosa spaccatura nella montagna che è situata al disopra dell’abitato. Percorrendo una passerella si risale il corso dell’acqua e ci si immette al di sotto di una parete rocciosa di 100 metri. Dopo pochi passi si incontrerà già la prima cavità dove sono stati rinvenuti alcuni resti.

Sala del Silenzio: Superata la prima cavità, dopo aver attraversato un canyon si raggiungerà la Sala del Silenzio, un grande ambiente cosi chiamato poichè in corrispondenza di esso il fiume si prosciuga e di conseguenza non si sentono più i rumori dello scorrere dell’acqua.

Sala della Cascata: Una volta che avete lasciato la sala del Silenzio si raggiunge la prima grande cascata. Grazie all’intervento umano è stata realizzata una scalinata che ha reso possibile proseguire il percorso e ammirare un belvedere sulla cascata.

Sala della Concrezioni e Lago Nero:  Questa sala si presenta al pubblico molto cupa e silenziosa, ricca di stalattiti e stalagmiti. Superata la sala ci si immette in un nuovo ambiente più ampio che ospita una grande distesa d’acqua, questo è il Lago Nero uno dei punti più antichi di tutto il complesso.

Ultima Cascata: Ormai si è giunti alla fine del percorso, la strada inizia a risalire e si giunge in un ambiente recentemente aperto al pubblico. Questa sala ospita una fragorosa cascata con un salto di oltre 25 metri che si getta in un laghetto.

Informazioni utili

Se quanto scritto vi ha incuriosito e volte andare a visitare le grotte, qui di seguito vi forniamo alcune info utili a tal fine.

Orari di apertura:

Orario estivo (dal 16 marzo al 14 ottobre): dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00, con ingressi organizzati in biglietteria in base all’affluenza dei visitatori. Ultimo ingresso alle ore 18,00.

Orario invernale (dal 15 ottobre al 15 marzo): dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,00. Ultimo ingresso alle ore 17,00.

Giorni di chiusura: 

  •  25 Dicembre (tutto il giorno)
  • 1 Gennaio (solo la mattina).

Prezzo biglietti:

biglietto ordinario: Euro 10,00

– biglietto ridotto: Euro 8,50 (bambini da 6 a 14 anni, over 65, convenzionati, studenti universitari,forze dell’ordine)

– biglietto ridotto: Euro 7,50 (gruppi organizzati, gruppi scolastici)

– ingresso gratuito: bambini di età inferiore ai 6 anni.