Nella provincia di Potenza sorge un piccolo comune italiano con circa 815 abitanti, un borgo molto piccolo ma con tutti i requisiti necessari per rientrare nel già più volte nominata circuito dei “borghi più belli d’Italia”. Il comune di cui parliamo si chiama Castelmezzano e fa parte del Parco delle Dolomiti Lucane.

Castelmezzano una sconosciuta meraviglia

Castelmezzano

Castelmezzano sorge a circa 750 metri sopra il livello del mare proprio nel cuore delle Dolomiti Lucane che le fanno da cornice. La particolarità di questo borgo si apprezza sin da subito in quanto per accedere a Castelmezzano si deve passare per una galleria scavata nella roccia e superare una spettacolare gola. Una volta entrati lo spettacolo che si presenta agli occhi dei visitatori non sfigura per niente rispetto al suggestivo ingresso: la struttura del borgo è tipicamente medioevale e si presenta come un agglomerato concentrico di case incastonate in una conca rocciosa. La caratteristica peculiare di questo luogo è l’equilibrio che si è creato tra uomo e natura: una città incastonata tra le rocce come un piccolo presepe e circondata dalle dolomiti. Questo ha fatto si che Castelmezzano sia definito come città-natura e non solo gli è valso il titolo di “borgo più bello d’Italia” ma anche la rivista Frommer (rivista americana di guide turistiche) le ha riconosciuto un importante merito nel 2007 definendola come una tra le “migliori località del mondo di cui non si è mai sentito parlare”

Dal passato al presente

La storia di Castelmezzano risale al V secolo a. C. ed inizia quando dei coloni greci penetrarono nella valle del Basento. Li fondarono Maudoro ma le invasione saracena scacciarono gli abitanti costringendoli a trovare una nuova abitazione.Tra il XI e l’XIII secolo si insediarono i Normanni che per motivi difensivi scelsero di edificare un castello da cui poi prese il nome la cittadina, difatti il castello venne chiamato Castro Medianum in quanto si trova a metà tra quello di Pietrapertosa e quello di Brindisi Montagna. Tra il XIV ed il XVI secolo si insediarono gli Aragonesi e durante il loro dominio molto proprietari terrieri ricevettero come feudo Castelmezzano. Nel XIX secolo il borgo, data la sua favorevole posizione, fu soggetta al brigantaggio e alla fine del secolo il comune subi un forte fenomeno migratorio.

Perchè visitare Castelmezzano

chiesa del borgo

Sebbene la popolazione odierna del borgo sia effettivamente esigua, oggi castlmezzano non è più considerabile un borgo semisconosciuto. Il comune si è difatti dato da fare ed oggi Castelmezzano è una meta turistica di tutto rispetto. Spesso però ciò che attira i turisti non è la curiosità ma l’innovazione tecnologica del “volo dell’angelo” un’attrazione che consente di provare l’ebrezza del volo e che a breve approfondiremo. Dopo questa breve digressione, possiamo passare a mettere in evidenza i luoghi di interesse del borgo. La premesse che facciamo è sempre la stessa, per visitare questi borghi la scelta migliore e passeggiare per le vie ed apprezzare la vita quotidiana del posto per poi soffermarsi nei punti di interesse che vi segnaleremo a breve.

Da un punto di vista di monumenti religiosi, le chiese sono le seguenti:

  • Chiesa madre di Santa Maria dell’Olmo
  • Cappella del Santo Sepolcro
  • Cappella della Madonna dell’Annunziata
  • Cappella di San Marco

Ma Castelmezzano offre anche attrazioni a contatto con la natura e qui di seguito ve le riportiamo (vi informiamo che alcune di queste attività sono a pagamento):

attrazione di Castlmezzano

  • percorso delle sette pietre: Il percorso delle sette pietre, è un progetto che recupera un antico sentiero contadino di circa 2 km, che collega i Comuni di Pietrapertosa e Castelmezzano e che si sviluppa su quote variabili
  • via Ferrata Dolomiti Lucane: La Via Ferrata è un percorso attrezzato per scalare le Dolomiti Lucane che permette di raggiungere punti altrimenti inaccessibili
  • Gradinata Normanna: Una particolare scaletta scavata nella roccia conduce a un posto di vedetta
  • Dolomiti discovery Quad: percorsi guidati in quad fra i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa.
  • volo dell’angelo:  un cavo d’acciao sospeso tra le vette di due paesi, Castelmezzano e Pietrapertosa permette di effettuare e vivere un’emozione unica: la sensazione di volare