La Calabria è una terra certamente nota per la bellezza delle sue acque ma limitarsi a parlare solo di spiagge e mare non renderebbe giustizia a quanto ha da offrire la regione ai suoi cittadini ed ai suoi visitatori. Ciò che abbiamo in mente mentre scriviamo questo testo, è il parco della biodiversità mediterranea situato a Catanzaro.

Il parco di Catanzaro, dal degrado alla rinascita

Il parco di Catanzaro è un parco tutto sommato ancora giovane, esso infatti è nato nel 2004 grazie ad un opera di riqualificazione ambientale voluta dalla vecchia azienda della locale Scuola Agraria. Prima dell’intervento della scuola, la zona era in predo al degrado causato da decenni di incuria. Per approntare la riqualificazione, a partire dal 2002 l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro ha messo in atto un massiccio intervento di rimodellamento del paesaggio, i lavori sono stati svolti seguendo i criteri di un’ingegneria naturalistica orientata al rispetto e alla valorizzazione della biodiversità. Il Neonato Parco della Biodiversità Medierranea è cosi diventato un’area verde dall’estensione di 60 ettari nel cuore di Catanzaro. L’ecosistema che si è creato al giorno d’oggi ospita grandi varietà floristiche e faunistiche in un sistema multitematico in cui convivono natura, cultura, sport e divertimento. All’interno del parco va poi sottolineata la presenza del CRAS ( centro recupero animali selvatici) del MUSMI ( museo storico militare “brigata Catanzaro”) e del Corpo di Polizia Provinciale.

La flora e la fauna del parco

fauna del parco

Veniamo ora ad approfondire un pò l’aspetto floristico e faunistico di questo parco. Il giardino botanico all’italiana ha un’estensione di 114.200 metri quadri ed è situato a circa 100 m dal livello del mare. Sono presenti in esso:

  • 20.000 specie di piante da siepi e tappezzanti;
  • 2.000 piante d’alto fusto;
  • 200 specie arboree;
  • 100 specie di piante acquatiche.

Dunque da un punto di visto d piante, il parco è stato sistemato a verde con una quantità di circa 50.000 piante. La biodiversità non riguarda però solo le piante, il parco infatti ospita anche un buon numero di animali. Da un punto di vista di fauna locale si possono difatti annoverare le seguenti specie:

  • gufo reale
  • pappagalli
  • aquile
  • gru coronate
  • grifone del Pollino
  • falco lanario
  • civette
  • aironi
  • assioli

I percorsi escursionistici

Per i visitatori del parco sarà possibile scegliere tra tre sentieri che qui di seguito vi segnaliamo:

  • il percorso delle miniere ha una lunghezza di 4 km circa è conduce alle antiche miniere di rame e altri minerali;
  • il percorso dei mulini ha una lunghezza di 2 km;
  • il percorso della valle ha una lunghezza di 1,5 km, conduce a valle della collina in cui è situato il parco in cui sono presenti alcune aree per equitazione.
Info ed orari del parco

Se avete deciso di visitare il parco qui di seguito vi lasciamo come nostro solito alcune info che vi potranno tornare utili

Indirizzo: via v. cortese 1 – 88100 Catanzaro

orari di apertura:

  • inverno: 7.00 – 24.00
  • estate: 7:00 – 01.30

Ingresso: gratuito