Con l’avvicinarsi dei mesi estivi l’attenzione di giovani e non si inizia a concentrare sulla scelta di una località balneare dove recarsi per trovare sollievo dalle calde giornate estive e per spezzare un pò i soliti ritmi frenetici della vita quotidiana. Pensare ad una località balneare induce per lo più a pensare a qualche bella spiaggia vicino al mare ma è bene sapere che per rinfrescarsi e fare qualche tuffo vi è anche un’alternativa: stiamo parlando dei laghi balneabili.

Il lago di Varese

Se vogliamo prendere in considerazione i laghi come meta delle nostre vacanze, l’Italia offre sicuramente una buona scelta ma noi invece di lanciarsi in un elenco privo di senso abbiamo deciso di focalizzarci sul lago di Varese. Per iniziare è bene sapere che il lago di Varese è situato ai piedi delle Prealpi Varesine (Lombardia). Il lago presenta ha una profondità media di 11 metri che giunge ad un massimo di 26 metri nel punto più profondo, per quanto riguarda la superficie essa è di circa 14.95 km quadri. Si tratta del 10° lago italiano per estensione, fra quelli interamente compresi nei confini nazionali, e del 12° in totale.

La storia del lago

Oggi giorno il lago di Varese è molto conosciuto, la sua forma ricorda quella di una scarpa e bagna in tutto nove Comuni: Varese, Azzate, Bardello, Blandronno, Bodio Lomnago, Buguggiate, Galliate Lombardo, Cazzago, Brabbia e Gavirate. In passato però il lago era conosciuto con il nome di “lago di Gavirate” e questo perchè l’omonimo Comune è stato per lungo tempo il principale comune ad affacciarsi sulle sponde del lago acquisendone buona parte delle sponde. Per quanto riguarda invece la formazione, il lago di Varese nasce all’incirca 15.000 anni fa assieme al “lago Maggiore” quando il ritiro del ghiacciaio del Verbano creò una grande conca in cui si trovano oggi la città e il suo lago.

Attività da svolgere sul lago di Varese

Parlando di attualità, va sfortunatamente sottolineato che dal 2015 le acque del lago sono state dichiarate non balneabili e questo a causa della noncuranza che l’eccessiva antropizzazione che ne ha inquinato le acque. Ciò nonostante il lago resta una valida scelta per godersi un piccolo angolo di pace e passare qualche giornata da dedicare alla natura. Il lago offre difatti svariate attività da poter svolgere: si potranno compiere delle escursioni alla scoperta di tappeti galleggianti di castagna d’acqua e ninfee, si potranno praticare sport acquatici come ad esempio vela, canottaggio, pesca sportiva e professionale. Attorno al lago è anche presente una pista ciclopedonale che farà la felicità degli appassionati di ciclismo.

Come raggiungere il lago

Se quanto detto finora ha smosso il vostro interesse e volete vedere da vicino il lago, qui di seguito vi riportiamo alcune info utili per raggiungere il sito in questione:

  • IN AUTO
Da Milano Autostrada A8 – Milano Laghi
Direzione Varese >>> USCITA Buguggiate
Dal Piemonte Autostrada A26 – raccordo Autostrada A8
Direzione Varese >>> USCITA Buguggiate
Da Lugano attraverso il valico di Ponte Tresa >>>proseguire sulla SS233
Direzione Varese >>> proseguire per Varese Lago
  • IN AUTOBUS  
Autobus Urbano linea N Cascina Mentasti – Cimitero Belforte – Calcinate del Pesce >>> fermata Schiranna
  • IN TRENO
Da Milano Porta Garibaldi a Varese, Piazzale Trieste con TRENITALIA
>>> proseguire con Autobus Urbano linea N dal Centro Città >>> direzione Calcinate del Pesce >>> fermata Schiranna
Da Milano Cadorna a Varese Nord, Piazzale Trento con TRENORD
>>> proseguire con Autobus Urbano linea N dal Centro Città >>> direzione Calcinate del Pesce >>> fermata Schiranna