Se siete in preda al caldo estivo e programmare una giornata al mare o una vera e proprio vacanza è il vostro unico pensiero, allora potreste trovare interessante continuare a leggere questo articolo. Perchè? Semplicemente perchè vi stiamo per proporre una delle più belle spiagge presenti in Italia e che viene preservata con cura dalla terra sicula: stiamo parlando della famosa spiaggia di Calamosche.

Riserva dei Vendicari, qualche breve cenno

Probabilmente, anche se non siete profondi conoscitori della Sicilia, il nome della spiaggia Calamosche lo avrete già sentito in qualche occasione e la sua fama è quanto mai meritata. Ad ogni modo, prima di decantare i pregi di detta spiaggia, partiamo dal principio e scopriamo la Riserva naturale orientata Oasi Faunistica dei Vendicari. Questa riserva naturale è situata in provincia di Siracusa e più precisamente tra Noto e Marzamemi. La riserva è stata resa effettivamente fruibile a partire dal 1989 ed è gestita dall’Azienda Regionale Foreste Demaniali. Non abbiamo intenzione di tediarvi troppo entrando nello specifico della storia di questa riserva, vi basti però sapere che La Riserva di Vendicari si estende per circa 1512 ettari e che è divisa in zone e che è ricca di spiagge.

La spiaggia di Calamosche

vista dall'alto della spiaggia

Ed eccoci arrivati al vero centro del nostro interesse, la spiaggia di Calamosche. Gli abitanti del posto chiamano questa spiaggia “Funni Musca” ed ha un’estensione di circa 200 metri. Le acque di questa cala sono racchiuse tra due promontori rocciosi che garantiscono alle acque riparo dalle correnti con il risultato di un mare sempre calmo e cristallino. Essendo parte di una riserva è inutile dire che tanto la spiaggia quanto le acque sono estremamente pulite ed il fondale si presta molto bene agli appassionati di snorkeling in particolare in prossimità della scogliera dove il fondale è più profondo. Per quanto concerne il litorale va detto Calamosche soddisfa un pò tutti i gusti presentando tanto un tratto sabbioso quanto uno roccioso. A testimoniare la bellezza di questo specchio d’acqua vi è il titolo “spiaggia più bella d’Italia” consegnato nel 2005 dalla Guida Blu di Legambiente.

Come raggiungere la spiaggia

Per raggiungere la spiaggia il mezzo sicuramente più comodo è la macchina. L’accesso diretto a questa spiaggia è garantito da un ingresso dedicato, raggiungibile dalla SP19.  Vi informiamo però in anticipo che il verso percorso per raggiungere la spiaggia inizia una volta parcheggiata l’auto nel parcheggio attrezzato, per raggiungere la strada dovrete difatti percorrere un sentiero lungo circa 1.5 km. La passeggiata  abbastanza impegnativa sopratutto se l’affrontate in estate inoltrata, la quasi totale assenza di zona d’ombra non giova certamente alla causa. Il nostro consiglio è quello di munirvi di una buona scorta d’acqua, anche perchè essendo una riserva, una volta imboccato il sentiero non troverete chioschetti dove fare rifornimento. Non lasciatevi però intimorire, raggiunta la spiaggia sarete ampiamente ricompensati.