Se il vostro desiderio è quello di catapultarvi indietro nel tempo, allora non potete non visitare al più presto la città di Viterbo, nota anche come Tuscia. Il centro storico medievale di Viterbo è perfettamente conservato ed è il più vasto presente in tutta Europa. Questo posto straordinario si sviluppò intorno all’antica Castrum Viterbii sul Colle del Duomo, intorno all’anno 1000. Nel centro storico ci sono le chiese gotiche, rinascimentali e romaniche, le torri, le fontane e molto altro, tutto all’interno delle poderose mura di cinta ancora presenti. Viterbo è nota a tutti con la denominazione di “Città dei Papi”: essa, infatti, fu sede papale per 24 anni dopo la metà del 1200 e ancora oggi si possono ammirare le chiese e i palazzi di quel periodo, che conferiscono al posto un grandissimo senso di aristocrazia e di assoluta eleganza. Nel 1257 papa Alessandro IV e tutta la Curia Papale si trasferirono a Viterbo per via del clima pesante di quel periodo a Roma; nel 1281 il neo eletto papa Martino IV decise di trasferire nuovamente la sede papale a Roma. I fasti di quel periodo sono ancora vivi nel centro storico medievale della città, uno dei luoghi più affascinanti da scoprire nel Lazio.

Viterbo Centro storico

Cosa visitare a Viterbo?

Il centro storico di Viterbo è un posto quasi fiabesco, che vi farà immergere completamente nel passato dell’epoca medievale. Nel centro storico sono presenti le maggiori attrazioni e i posti da visitare. I quartieri che maggiormente riecheggiano lo straordinario passato di Viterbo sono quello di San Pellegrino e di Pianoscarano, rimasti quasi del tutto intatti: sono posti incredibilmente suggestivi e le piazzette, i vicoli, le abitazioni con le loggette e il silenzio presente in questi posti non possono non far tornare il visitatore indietro nel tempo. Il simbolo della città è il Palazzo dei Papi, che per 24 anni fu residenza papale. Esso è uno dei palazzi storici principali di Viterbo e la sua caratteristica più incredibile è la presenza della Loggia dei Papi, chiamata anche “delle Benedizioni”: qui il papa si presentava alla gente dopo il Conclave; al centro della Loggia c’è anche una straordinaria fontana. Il Palazzo dei Papi fa parte del complesso monumentale del Colle del Duomo, insieme alla Cattedrale di San Lorenzo. Quest’ultima è la più bella chiesa presente a Viterbo, è in stile romanico ed è sovrastata dal campanile gotico del XIV secolo: nella chiesa sono ubicati il sarcofago di Papa Giovanni XXI e molti quadri di straordinaria bellezza; inoltre, da ammirare è anche la straordinaria pavimentazione della cattedrale.

Una caratteristica di Viterbo è la notevole quantità di fontane presenti. Esse hanno la forma “a fuso” e resterete affascinati dai giochi d’acqua. La Fontana più grande della città è la Fontana di Piazza della Rocca, mentre quella storica e più antica è Fontana Grande.

macchina santa rosaLa processione della “Macchina di Santa Rosa”, una torre di ben 30 metri e dal peso di oltre 5 tonnellate, è uno degli eventi da non perdere nel corso della visita a Viterbo. Santa Rosa è la patrona della città e il 3 settembre viene celebrata la famosa Macchina di Santa Rosa con la torre che viene illuminata da luci elettriche e fiaccole e viene trasportata a mano nel corso della processione dai fedeli. La Chiesa di Santa Rosa è un altro luogo sacro da visitare.

Viterbo è nota anche per la presenza delle terme. Le più famose sono le Terme dei Papi: papa Niccolò V si fece costruire un palazzo, denominato in seguito “Bagno del papa”, per poter usufruire dei benefici termali.

Molti sono i palazzi nobiliari presenti nella città laziale: meritano di essere menzionati e visitati Palazzo dei Priori, Palazzo Farnese, Palazzo Chigi, Palazzo Lomellino, Palazzo degli Alessandri e Palazzo di Valentino.

Viterbo ha anche un tocco di modernità. Pochi anni fa è stata installata, a Villa Faul, un’altra attrazione assolutamente da visitare: la famosissima scultura del Risveglio. Seward Johnson, autore di questa scultura dal forte impatto visivo, penso ad un’opera simile per risvegliare la coscienza dell’uomo.

Queste sono solo alcune delle più importanti attrazioni di questo luogo incredibile. Nel corso del vostro soggiorno scoprirete anche molto altro.

Viterbo Vicolo

Come raggiungere Viterbo?

Viterbo è situata a poco più di 80 chilometri a nord del GRA di Roma sulla via Cassia. Da Roma il percorso migliore per giungere a Viterbo è quello della tangenziale del GRA fino all’uscita Cassia bis: da qui dovrete seguire, tramite le indicazioni, la strada per Viterbo. Sull’autostrada A1, l’uscita consigliata è quella di Orte e in seguito è consigliabile prendere la S204 in direzione di Viterbo.

Viterbo ha due stazioni ferroviarie, Porta Fiorentina e Porta Romana: esse sono facilmente raggiungibili e sono abbastanza vicine al centro.