Il comune di Gubbio è situato sulle pendici del Monte Ingino nella parte nord orientale dell’Umbria, al confine con le Marche. La cittadina fa parte della provincia di Perugia ed è attraversata dai torrenti Cavarello e Camignano. Per estensione territoriale, Gubbio è il più vasto centro della regione umbra e addirittura il settimo in Italia. Gubbio rappresenta uno dei più caratteristici borghi medievali da visitare e molti la considerano addirittura come la più bella città medievale dell’Italia centrale. Durante la visita a Gubbio, resterete incantati dagli incredibili monumenti presenti, a testimonianza del secolare e magnificente passato di questo luogo situato al centro della nostra penisola. La città è conosciuta anche come “città grigia”, per il colore grigio uniforme e compatto della pietra calcarea con cui questo fantastico borgo è stato costruito.

La storia

Le più antiche testimonianze circa la storia di Gubbio risalgono al III sec a.C. con le Tavole Eugubine, sette tavole in bronzo scritte in lingua umbra che narrano le vicende economiche e religiose di Gubbio di quel tempo antico: Gubbio fu fondata dagli antichi umbri con il nome di Iguvium e queste tavole sono una delle testimonianze più importanti di quel periodo storico antecedente all’epoca degli antichi Romani. Nell’89 a.C. Gubbio divenne un importante municipio romano e assunse il nome di Eugubium. Successivamente fu distrutta dai Goti e ricostruita dai Bizantini alle pendici del Monte Ingino. Nel 1384 divenne parte del Ducato di Urbino e nel 1631 passò alla Chiesa. Il periodo di splendore massimo di Gubbio risale al XIV secolo: in questo periodo sorsero i più importanti monumenti che si possono ammirare oggi e la città assunse il suo classico e caratteristico impianto medievale, che la rendono uno dei luoghi italiani più belli da visitare.

Luoghi da visitare a Gubbio

Tante sono le cose da ammirare a Gubbio, dai palazzi storici alle chiese. La storia di questo fantastico borgo medievale si percepisce profondamente dall’arte architettonica dei suoi più importanti palazzi, simbolo di un passato glorioso.Chiesa Gubbio

Gubbio si divide in 4 quartieri, intitolati a diversi santi che si venerano nel territorio: Sant’Andrea, San Giuliano, San Pietro e San Martino. Le quattro piazze principali dei quartieri si chiamano: Piazza San Marziale, Piazza San Giovanni, Piazza San Pietro e Piazza Giordano Bruno. Grande devozione è presente anche nei confronti di San Francesco, Sant’Antonio, San Giorgio e Sant’Ubaldo, il patrono di Gubbio. La piazza principale di Gubbio, vero cuore pulsante del borgo, è Piazza Grande: qui si svolgono le maggiori manifestazioni civili e religiose ed è un luogo amato sia dai residenti che dai turisti anche per il bellissimo panorama sulla valle che si gode da qui.Piazza Gubbio

Imperdibile è la visita al Teatro Romano di Gubbio: i suoi resti sono una preziosa testimonianza della storia romana di questo borgo; questo teatro poteva accogliere più di 6000 spettatori ed era uno dei più capienti del suo tempo.

Fra i palazzi storici da visitare, risalenti all’inizio del XIV secolo, c’è il complesso urbanistico che include Palazzo dei Consoli, Palazzo Pretorio e Piazza Grande, simbolo della città e costruito in modo tale da toccare tutti e 4 i quartieri di Gubbio. Le famosissime sette Tavole Eugubine, citate in precedenza, sono visibili presso il Palazzo dei Consoli, che oggi ospita il Museo Civico di Gubbio. Il Palazzo dei Consoli domina Gubbio da un’altezza di 60 metri e la sua facciata in stile gotico è uno dei simboli più famosi di Gubbio. Altro palazzo da non perdere è il Palazzo Ducale: esso fu fatto costruire da Federico da Montefeltro inglobando edifici medievali trasformati in forme rinascimentali; questo palazzo, quindi, rappresenta un’eccezione in un borgo che è rimasto quasi del tutto medievale. Da visitare c’è anche il Palazzo del Bargello, una costruzione gotica del XIV secolo sviluppata su 3 piani. Di fronte a questo palazzo è presente la Fontana dei Matti: la tradizione vuole che il visitatore che compia 3 giri di corsa attorno a questa fontana e che venga bagnato in seguito con l’acqua, diventi “Matto onorario di Gubbio”, cioè persona ironica e divertente.

Fra le chiese da visitare, impossibile non citare il Duomo di Gubbio, la Basilica di Sant’Ubaldo e le due Chiese di San Francesco, legate a episodi della vita di San Francesco.

Gli eventi da non perdere a Gubbiopresepe gubbio

Molti sono gli eventi da non perdere a Gubbio. Il più famoso è quello che si tiene la sera del 14 agosto di ogni anno dal 1980: in questa serata, i paladini dei 4 quartieri della città si sfidano in Piazza Grande a colpi di balestra antica all’Italiana.

Gubbio ha anche il record dell’albero di Natale più grande del mondo: esso viene costruito lungo il Monte Ingino con circa 500 luci colorate ed è visibile dal 7 dicembre al 10 gennaio di ogni anno e la via del presepe.

Durante il periodo estivo, molti sono gli eventi e gli spettacoli di natura classica ai quali sarà possibile assistere nell’incredibile Teatro Romano.